Facebook
Google
Youtube
Feed
Italian English French German Spanish

Il Pallio della Carriera

L’odierna rievocazione storica in costume, per le chiare esigenze spettacolari, è ambientata nel periodo di maggiore splendore degli Aldobrandini, in particolare sotto il ducato di Donna Olimpia Aldobrandini recuperando nel contempo i tempi propiziatori della religiosità nei 7 rioni ... Leggi tutto

Calendario Eventi

 ◄◄ 
 ◄ 
 ►► 
 ► 
Agosto 2019
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
Pian delle Faggeta
Un contenitore d’eventi legati alla Montagna. Organizzato dall'Ente Pallio della Carriera nello [...]
Data :  Venerdì 9 Agosto 2019
10
Pian delle Faggeta
Un contenitore d’eventi legati alla Montagna. Organizzato dall'Ente Pallio della Carriera nello [...]
Data :  Sabato 10 Agosto 2019
11
12
13
14
15
16
17
Carpineto Romano, Italia
S. Pietro
Carpineto Romano, Italia
Jo Casteglio
Carpineto Romano, Italia
Jo Laco
Data :  Sabato 17 Agosto 2019
18
Carpineto Romano, Italia
Jo Moro
Carpineto Romano, Italia
Jo Curso
Carpineto Romano, Italia
S. Giacomo
Carpineto Romano, Italia
S. Agostino
Data :  Domenica 18 Agosto 2019
19
20
21
22
23
24
Carpineto Romano, Italia
Lungo le vie del paese
Quattrocento figuranti in costume secentesco, radunati presso la porta della Peschiera, [...]
Data :  Sabato 24 Agosto 2019
25
26
27
Carpineto Romano, Italia
Chiesa Collegiata
Offerta dei ceri e scoprimento del busto del santo patrono Benedizione dei cavalli e [...]
Data :  Martedì 27 Agosto 2019
28
29
30
31

Eventi del Pallio Feste Propiziatorie

Hostarie: dal 21 agosto al 1 settembre 2019 - 27 agosto chiuso (info)
Sei qui: HomeNewsComunicazione del Presidente della F.I.G.S.

Comunicazione del Presidente della F.I.G.S.


figs
La Federazione Italiana Giochi storici é l’unico organismo associativo presente in Italia, in grado di riunire e tutelare le città o Enti di vario genere, che organizzano manifestazioni storiche con l’utilizzo di equidi.
La Federazione ha partecipato ai lavori preparatori della Legge conosciuta come “Ordinanza Martini” e si é fatta parte diligente nel valorizzarne la conoscenza e nel sollecitarne il pieno rispetto verso i propri Associati.
Periodicamente le manifestazioni storiche, che utilizzano equidi, sono soggette ad attacchi discriminatori ed a provocazioni da parte di gruppi di “animalisti”, spesso guidati da parlamentari della Repubblica.
E’ veramente incredibile ed incomprensibile questo atteggiamento negativo questo “essere messi alla gogna” adottato dai media nazionali contro Organizzatori che rispettano le leggi dello Stato Italiano.
Forse come Federazione non abbiamo sufficiente forza per utilizzare la comunicazione a livello nazionale ma non siamo disposti ad accettare in silenzio divulgazioni vaneggianti e affermazioni assurde, false o tendenziose, certamente di parte ed interessate, che offendono e che annullano il concetto di democrazia.
E’ abbastanza ovvio che nessun Organizzatore di eventi storici possa pensare a situazioni di maltrattamento degli animali, ancor più gli equidi, che sono per tutti una ricchezza ed un patrimonio da usare,  salvaguardare e non certo da abusare.
Abbiamo dato il nostro contributo per l’ordinanza Martini del 2009, poi ripetuta nel 2011 e nel 2013 e non intendiamo nel modo più assoluto difendere chi non ne rispetta le prescrizioni, ma con altrettanta forza affermiamo che é insensato chiedere di abolire l’uso del cavallo dalle Giostre storiche e relegarlo ad animale di compagnia alla stregua dei cani o gatti.
Ancor più assurdo é l’essere confrontati alle corride, dove la morte dell’animale è la normale conclusione.
Vogliamo poi ricordare che per chi alleva asini sono stati previsti contributi statali, altrimenti questi animali si sarebbero estinti, ed oggi trovano un utilizzo dinamico proprio nel corso di Palii o Giostre storiche che ne incentiva l’allevamento.
Il fenomeno rievocazioni storiche sviluppa una grandissima aggregazione, soprattutto tra le giovani generazioni (basta andare a vedere qualche rievocazione oppure pensare ai gruppi di musici, sbandieratori, balestrieri, arcieri, spadaccini, danzatori e, perché no, cavalieri), grande cultura (convegni, conferenze, ricerca e studio di costumi ed eventi passati, ricostruzione di ambienti, ecc.), nonché turismo e quindi introiti economici per il territorio di appartenenza; di particolare rilevanza proprio per i piccoli centri.
In una rievocazione di epoca romana, medioevale, rinascimentale o barocca non é possibile prescindere dall’uso del cavallo che é stato fondamentale compagno dell’uomo in tutte le attività fino al secolo scorso.
Premesso quindi il valore economico, oltre che sociale, delle Rievocazioni storiche, confermato da specifici studi di settore, occorre prendere atto che le più importanti manifestazioni rientrano nel patrimonio immateriale intangibile ed é per questo che ci auguriamo che la proposta di legge n. 3461 del 2010 dell’Onorevole Realacci, Presidente di Lega Ambiente, unificata con una proposta della Lega e firmata da oltre 100 deputati bipartizan, con titolo “Disposizioni per la promozione, il sostegno e la valorizzazione delle manifestazioni dei giochi storici”, venga al più presto approvata al fine di chiudere questi inutili e pretestuosi attacchi.

Il Presidente F.I.G.S.
Carlo Capotosti