Facebook
Google
Youtube
Feed
Italian English French German Spanish

Il Pallio della Carriera

L’odierna rievocazione storica in costume, per le chiare esigenze spettacolari, è ambientata nel periodo di maggiore splendore degli Aldobrandini, in particolare sotto il ducato di Donna Olimpia Aldobrandini recuperando nel contempo i tempi propiziatori della religiosità nei 7 rioni ... Leggi tutto

Calendario Eventi

 ◄◄ 
 ◄ 
 ►► 
 ► 
Novembre 2019
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30

Eventi del Pallio Feste Propiziatorie

Hostarie: dal 21 agosto al 1 settembre 2019 - 27 agosto chiuso (info)
Sei qui: HomeNewsLe rievocazioni storiche dei monti Lepini premiate dal MIBACT

Le rievocazioni storiche dei monti Lepini premiate dal MIBACT


foto-rievocazioni-storiche“E’ con enorme soddisfazione che ho accolto la notizia circa l’importantissimo finanziamento che 4 Comuni del comprensorio lepino hanno ottenuto dal Ministero nell’ambito di un progetto presentato sulle rievocazioni storiche che ogni anno si realizzano in questi territori. Un chiarissimo segnale che quando si riesce a fare sistema le proposte che partono dal comprensorio lepino riescono ad ottenere eccellenti risultati”.
Non nasconde la propria soddisfazione Quirino Briganti nel commentare il risultato del progetto “Rievocando i Lepini” presentato e finanziato (44mila euro in totale) dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, che coinvolge 4 associazioni culturali (Ente Carosello Storico dei rioni di Cori, Ente Pallio della Carriera di Carpineto Romano, l’associazione Festeggiamenti Centro Storico di Sermoneta e l’associazione Palio del Tributo di Priverno) e le rispettive amministrazioni comunali che si occupano da oltre un decennio di rievocazioni storiche. Le quattro rievocazioni storiche (di Cori dal 1937, di Carpineto dal 1993, di Sermoneta dal 1989 e di Priverno dal 1993) raccontano da giugno a ottobre di ogni anno storie, momenti, luoghi e personaggi di una storia millenaria che dal XVI secolo arriva fino ad oggi.
Eventi che nella triplice dimensione del passato, del presente e del futuro consentono di conservare e valorizzare il patrimonio culturale di un territorio, inteso sempre più in senso ampio, che comprende risorse culturali sia materiali che immateriali, dato che anche gli asset immateriali delle comunità si riferiscono ad espressioni identitarie ed eredità del passato da trasmettere alle generazioni future.
Soddisfazione per il risultato ottenuto è stata espressa anche da Mauro De Lillis, sindaco di Cori, Comune capofila nel progetto, che ha sostenuto: “Il lavoro di squadra è stato premiato ancora una volta. Per quanto riguarda il nostro Comune, Cori potrà contare su queste risorse per valorizzare ancor di più la sua principale manifestazione storico-culturale, il Carosello Storico dei Rioni, evento che identifica la comunità corese e che può rappresentare, insieme alle nostre bellezze architettoniche e paesaggistiche, un ottimo volano per rafforzare l’offerta turistica della città.
ivolgo - ha concluso il primo cittadino di Cori - i miei ringraziamenti e complimenti alla neo eletta Presidente dell'Ente Carosello per aver curato il progetto insieme ai responsabili delle tre associazioni che hanno partecipato e auguro un buon lavoro affinché il Carosello Storico, così come le altre rievocazioni, continuino la loro storia migliorando di giorno in giorno”.